Consigli e trucchi Guide e Tutorials

Come mandare mail privata/modalità riservata tramite GMAIL

Siamo perfettamente onesti: mandare una mail non passerà mai di moda. Rimane sempre un mezzo di comunicazione molto affidabile ed usato ancora da parecchie istituzioni che preferiscono avere sempre a portata di mano qualche riferimento a comunicazioni passate. Ad anni ed anni di distanza sono state aggiunte non poche migliorie, ed possibile programmare ogni singolo aspetto di questi messaggi che non contengono molto altro se non del testo e forse qualche piccolo allegato.

Con gli ultimi eventi accaduti, sembra attualmente che alcuni servizi stanno anche inserendo delle specialità nei loro metodi di comunicazione delle mail. Certo, abbiamo ora le mail Criptate che possono essere lette solo attraverso un servizio che usa una connessione sicura. Ma sempre di messaggi che possono essere aperti liberamente si tratta, qualcosa che molti trovano comunque come una debolezza innata non solo delle mail – ma della comunicazione via testo in generale.

Google ha attualmente pensato a questo particolare problema della sicurezza, presente in rete ormai da moltissimo tempo, usando qualcosa chiamata modalità Riservata (conosciuta anche come Confidenziale o Privata).

Mail Modalità Riservata/Privata: Di cosa di tratta.

Questa modalità crea attualmente un ambiente nel quale è possibile leggere la mail solamente nel caso l’utente è pronto. Il messaggio non è immediatamente visibile se non si clicca un particolare pulsante presente nel contenuto della mail, e cosa che rende il tutto più interessante: è possibile impostare una password che si può richiedere sul momento e che può essere recapitata via SMS al numero della persona che intendiamo contattare. Come se non bastasse: queste mail possono avere una data di scadenza, ovvero, dopo un certo periodo scadranno e non sarà possibile leggerne il contenuto. Inoltre, ultima faccenda anche piuttosto importante: non sarà possibile inoltrare, copiare, salvare o scaricare il contenuto del messaggio (anche se ciò non rende invulnerabile il messaggio dall’essere copiato). Il messaggio è, sarà sempre, conservato all’interno dei server Google per essere aperto dall’utente scelto da voi.

Vediamo quindi come mandare questo tipo di Mail e come possiamo dirigerne la comunicazione prima, durante, e dopo la comunicazione.

Come inviare Mail Riservate

Per prima cosa, aprite la vostra casella di posta GMail. Fin qui, fate tutto ciò che è più normale per voi: scrivete il messaggio, mettete un oggetto, inserite la persona che dovrà ricevere il messaggio. Nel caso, potete anche aggiungere un allegato.

Alla fine di quest’operazione, controllate se è presente un’icona d’un lucchetto con un orologio vicino ad esso. Questa è l’icona per la modalità riservata.

Una volta che avete cliccato sopra, vi verranno mostrati i dettagli che riguardano la durata della modalità (Un giorno, una settimana, un mese, tre mesi, ed addirittura cinque anni) e l’eventualità d’inserire una password. Quest’ultimo è naturalmente utile se intendete proteggere la mail come si deve. Altrimenti, vi limiterete a rendere il messaggio comunque moderatamente protetto da occhi indiscreti.

Una volta salvato il tutto (e nel caso fornito il numero di cellulare della persona che deve ricevere il tutto, per la password) potete tranquillamente inviare il messaggio.

Domande Frequenti

Adesso, mettiamo caso che avete mandato il messaggio ma avete sbagliato la scadenza, o vi siete pentiti del contenuto. Vi esiste qualche metodo per annullare questa modalità e cancellare i contenuti del messaggio? Tutto quello che dovrete fare è aprire nuovamente il messaggio che avete mandato: vi verrà visualizzata la data di scadenza, che non potete cambiare, ma potete almeno revocare l’accesso al messaggio. Questo farà in modo che nessuno leggerà mai il contenuto, e il messaggio verrà cancellato da sé una volta raggiunta la data di scadenza.

Ho lasciato scadere la mail, ed ora il contenuto non è più presente. Posso recuperarlo?
Come già detto, il messaggio sarà perfettamente visibile per voi, ma non verrà comunicato direttamente all’utente: questo resta nei server di Google. Questo significa che, ovviamente, una persona che riceve un messaggio simile su un indirizzo Outlook deve per forza passare su Google – ovvero dove risiede il messaggio protetto. Se cancellate questa mail dalla vostra casella di posta, non vi sarà alcun modo di recuperarla: almeno in qualche modo bisognerà rispettare la Privacy!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai facoltà di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.